I Giullari - Convento

Vai ai contenuti

Menu principale:

I Giullari

I Gruppi

Tre amici, Gerardo Ferrentino, Ciro Basile e Gennaro Russo, accumunati dall'appartenenza al Terz'Ordine Francescano, una sera, dopo aver ascoltato la S. Messa, iniziano a porsi delle domande su come poter avvicinare le persone a Cristo. E' da quell'incontro che, nel 2010, nascono "I Giullari", un gruppo di persone che cerca di coinvolgere la gente con canti, balli e manifestazioni per dare gloria al Signore. Da tre persone oggi si è arrivati a coinvolgere  ben 52 persone, tra adulti e bambini, sia gifrini e appartenenti all'OFS che persone comuni. L'avventura de "I Giullari" inizia con il progetto "La Provvidenza" per farsi conoscere dalla gente con il recital "Forza Venite Gente", fino ad uscire dai confini braciglianesi, arrivando a Scafati  (teatro S.Pietro) e a Mercato San Severino (Gran Teatro Mediterraneo). Segue poi un altro progetto, questa volta per cercare di aiutare persone in difficoltà, e più deboli, che devono essere risollevati nella Parola di Gesù. Successivamente, con un altro spettacolo, "Il Risorto", si esce di nuovo dai confini del paese per arrivare questa volta a Baronissi e alla Parrocchia "Maria di Costantinopoli" per poi coinvolgere anche i bambini dai tre anni ai dieci anni.

Vengono poi trattati altri temi, quali la solitudine, che viene materialmente affrontata portando un pò d'allegria presso la casa di cura per anziani di Bracigliano "Villa Carmela" con il musical "Incantesimo di Natale", per poi passare al musical "Chiara di Dio" di Carlo Tedesco, il quale ha ringraziato e presentato di persona I Giullari al teatro Medastasi di Assisi. La violenza sulle donne, invece, è il tema trattato nel Natale 2013, insieme al tema della fame e della crisi attuale, rappresentati rispettivamente con mini atti di "Pericolosamente" e "Miseria bella", entrambi di Eduardo De Filippo. Con balli e canti si cerca così di entrare nel cuore delle persone per farle poi avvicinare a Cristo, alla Chiesa e farle partecipare attivamente per cercare di aiutare i più deboli, i più disagiati e chi ha davvero bisogno, come del resto Frate Francesco faceva. E' sull'esempio della semplicità e dell'umiltà del Santo frate che oggi I Giullari, persone comuni,  s'impegnano a trasmettere i valori che sono alla base di una convivenza pacifica e rispettosa del prossimo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu