Il Quotidiano di Salerno - Convento

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Quotidiano di Salerno

La Sagra > I commenti dei giornali

Il quotidiano di Salerno: Sagra III edizione

La chiamano la “Sagra del Convento” ma l’appellativo di sagra è solo un escamotage per portare i tantissimi visitatori al cuore del problema che era, è e rimarrà la restaurazione ed il mantenimento strutturale costante dello storico Convento con annesso Chiostro e Chiesa. Si svolgerà, come sempre, tutto sul filo della storia e della tradizione del francescanesimo voluto e ispirato da padre Teofilo M. Giordano (nato a Lettere da Pasquale e Flavia De Riso il 28 novembre 1907. Fu procuratore provinciale per un biennio e guardiano del convento per un triennio ed è stato anche oratore eccellente con puntate anche nel nord d’Italia. Nei giorni della “sagra” (III edizione a cura della Confraternita Francescana e del gruppo di volontari “Amici del campanile di San Francesco”) si potrà visitare tutto lo storico impianto accompagnati da esperti che illustreranno le varie fasi di costruzione e ammodernamento del complesso edilizio. Saranno spiegate le origini, lo sviluppo e la trasformazione, gli sviluppi successivi legati anche al futuro del Convento. I visitatori potranno toccare con mano l’enormità dell’impresa portata avanti do umili padri francescani nel corso  dei secoli. A cominciare dalla lettera del 6 febbraio 1618 con cui il Sindaco e gli Eletti di Bracigliano inviarono al M.R.P. Lorenzo a coronamento degli accordi, compresi quelli relativi alla scelta del luogo, fra i Marchesi e P. Giambattista che diedero il via ai primi lavori di costruzione. Una bella storia, una storia avvincente e densa di carità, di spiritualità e di puro francescanesimo. Nei cinque giorni, ovviamente, non mancherà il percorso enogastronomico completato da tutte le antiche tradizioni del luogo. Per rimanere strettamente in tema si comincerà con i “cordoncini francescani” con melanzane al sugo e penne ai sette odori. Seguirà, poi, tutto il resto: O’ Ciurone; Spiedini con salsiccia, tacchino e maiale serviti con fetta di pane al finocchietto e contorno; Salame, guanciale di maiale e formaggio servito con freselle e contorni; Panino con salsiccia e contorno; Polpette del monaco; Patatine fritte; Acqua e bibite in lattina (coca-cola, aranciate e birra); Vino ( un bicchiere gratis); Zeppole; Crepes; Sfogliatelle; Gelato  al limone; Liquori; Caffè . Insomma, in conclusione, è proprio il caso di dire “buon appetito alla sagra del convento di Bracigliano”, dal 24 al 28 agosto 2011.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu